Trattare il neonato con l’osteopatia: da quale mese iniziare?

Trattare il neonato con l’osteopatia può essere una soluzione per migliorare il benessere del bambino, soprattutto dopo una fase delicata come il parto.

Negli scorsi episodi, con Desiree Lunardon e il Dott. Emiliano Zanier, abbiamo trattato il tema della manipolazione osteopatica con particolare attenzione verso la donna in gravidanza.

Nel dettaglio, abbiamo osservato in che modo l’osteopatia possa aiutare la madre incinta e quindi indirettamente anche il feto.

In questo articolo i nostri professionisti mettono al centro dell’attenzione il bambino appena nato perché, come afferma il Dott. Zanier, anche il neonato può essere trattato mediante l’osteopatia.

Come sappiamo, l’obiettivo dell’osteopatia è quello di migliorare il benessere fisico dei suoi pazienti. Trattare il neonato con questo tipo di approccio può infatti risolvere i problemi causati, per esempio, dai piccoli traumi del parto.

Da quando si può trattare il neonato?

Il neonato può essere trattato sin da subito. Infatti, in seguito al parto, il bimbo ha un cranio molto mobile: le fontanelle rimangono aperte fino al primo anno di vita, donando una certa plasmabilità alla testa del bimbo. È proprio questa particolarità che consente di trattare tutte le asimmetrie cranio cervicali in modo adeguato e permette di ottenere risultati piuttosto efficaci.

Il trattamento quindi può essere precoce. Tanto che in alcune realtà all’avanguardia, ad esempio l’ospedale Meyer, quello di Pescara o quello di Vimercate, si è introdotto l’osteopatia per trattare il neonato prematuro.

Hai mai trattato il tuo neonato?

Dott. Emiliano Zanier

Fisioterapista e osteopata. Specializzato in osteopatia per la vita: il trattamento per la mamma e il neonato.
Contatti:

Sito Internet: www.emilianozanier.com

Telefono: +39 349 5636361

e-mail: [email protected]

Facebook: @Dr.EmilianoZanierOsteopata


A presto con i nuovi video di “Eccellenza per il Ben-Essere”.

Articolo precedente
Ripartire da sé, un viaggio per tornare alla propria essenza
Articolo successivo
L’importanza del cranio nel neonato per il trattamento osteopatico
, , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

leggi anche…

Menu

Questo sito utilizza i COOKIE.

Confermando l'accettazione dai il consenso all'utilizzo dei cookie in conformità con le nuove disposizioni del Regolamento UE 2016/679 (GDPR), il D.Lgs. n. 196/2003, il D.Lgs 101/2018, nonché qualsiasi altra normativa sulla protezione dei dati personali applicabile in Italia, ivi compresi i provvedimenti del Garante).

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la nostra PRIVACY POLICY

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito Web è obbligatoriamente necessario l'utilizzo dei seguenti cookie tecnici
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi