Il ruolo del counselor: differenze con psicologo e psicoterapeuta.

il ruolo del counselor

Il ruolo del counselor: La figura professionale che da supporto per un percorso di autoconsapevolezza.

Negli ultimi anni si è sentito sempre più parlare del ruolo del counselor, un esperto di comunicazione e di dinamiche relazionali che aiuta coloro che si trovano in una situazione difficoltosa a uscirne in autonomia.

Abbiamo già affrontato le differenze tra psicologo e psicoterapeuta, adesso è arrivato il momento di chiarire di cosa si occupa il counselor. Infatti egli non rientra in nessuno dei due esercizi professionali, ma è una figura a sé..

il ruolo del counselor video

 

La formazione del counselor prevede un corso della durata di 3 anni, al termine dei quali questa figura può già iniziare a lavorare. Ovviamente a differenza di uno psicologo o psicoterapeuta, i cui percorsi di studio sono più lunghi, il counselor può esercitare solo in particolari situazioni.

La sua mansione è infatti quella di aiutare le persone ad affrontare i propri problemi in modo autonomo. In particolare questo professionista tratta principalmente problemi specifici: aiuta il paziente a fare chiarezza, a vedere i punti forti e quelli deboli, lo porta a capire quali sono le soluzioni e i modi di agire possibili.

Esistono molte e diverse scuole di counselor, che permettono di focalizzarsi ciascuna su aspetti diversi.

Differenze tra counselor, psicologo e psicoterapeuta.

Le differenze principali tra questi professionisti stanno nella loro formazione, che di conseguenza da minore o maggiore libertà di esercizio.

Infatti, come detto in precedenza, il counselor deve concludere un percorso di studi della durata di 3 anni. Lo psicologo ha una laurea magistrale in psicologia, mentre lo psicoterapeuta è un laureato in psicologia a cui ha aggiunto 4 anni di scuola di specializzazione in psicoterapia.

Il counselor è sicuramente un esperto e in quanto tale ha tutte le competenze per aiutare le persone che ne hanno bisogno. Tuttavia egli dovrebbe lavorare con problematiche e disagi piuttosto semplici, senza entrare in situazioni più delicate e complesse che richiederebbero le competenze di uno psicologo o di un psicoterapeuta.

Ad esempio per quanto riguarda attacchi di panico, depressione forte, fobie, malattie e lutti profondi viene consigliato lo psicoterapeuta.

Conoscevi la figura del counselor?

MARTINA FARRONATO

Psicologa; psicoterapeuta ad approccio Rogersiano; approccio integrato mente, corpo e anima.

A presto con i nuovi video di “Eccellenza per il Ben-Essere”.

Articolo precedente
I profumi influenzano le nostre giornate: olfatto ed emozioni.
Articolo successivo
La durata di una terapia: quali sono le tempistiche per una psicoterapia?
, , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu

Questo sito utilizza i COOKIE.

Confermando l'accettazione dai il consenso all'utilizzo dei cookie in conformità con le nuove disposizioni del Regolamento UE 2016/679 (GDPR), il D.Lgs. n. 196/2003, il D.Lgs 101/2018, nonché qualsiasi altra normativa sulla protezione dei dati personali applicabile in Italia, ivi compresi i provvedimenti del Garante).

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la nostra PRIVACY POLICY

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito Web è obbligatoriamente necessario l'utilizzo dei seguenti cookie tecnici
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi