Cicatrici da taglio cesareo: come trattarle in osteopatia.

Le Cicatrici da taglio cesareo possono dare problemi. Si tratta di fastidi o dolori spesso risolvibili con una manipolazione osteopatica.  

Come abbiamo visto, sono diversi i trattamenti che possono essere praticati nel post partum per portare sollievo alla mamma. Tra questi rientrano anche le manipolazioni alle cicatrici da taglio cesareo. Scopriamo insieme a Desiree e al Dott. Zanier in che modo possiamo trattare questo genere di situazione.

Nel caso di taglio cesareo le cicatrici vanno sempre valutate, un controllo che può essere fatto tramite test di tipo funzionale e/o scale di valutazione.

Infatti, le cicatrici derivanti da taglio cesareo possono dare problemi di diversa natura.
Il punto in cui è stata effettuata la lacerazione potrebbe, ad esempio: causare dolore, dare delle alterazioni a livello intestinale o provocare mal di schiena (perché va ad alterare i muscoli situati in prossimità del taglio stesso).

Le cicatrici possono avere delle conseguenze anche a livello psicologico ed emozionale: la donna potrebbe far fatica a toccarle, a vederle o anche solo a ripensare alle zone in cui sono situate. In questi casi, cercare di riprendere contatto con il proprio corpo, magari proprio attraverso la manipolazione, è fondamentale.

Soluzioni attuabili

Il controllo dell’area interessata permette all’osteopata di capire se una cicatrice necessita di essere approcciata in senso manipolativo o di altro genere. Infatti, a seconda del problema, le cicatrici da taglio cesareo possono essere risolte in modo osteopatico o tramite, per esempio, esercizi come l’automassaggio praticato dalla donna stessa.

Generalmente si attende il primo mese per consentire una chiusura sufficiente della ferita, ma con tecniche molto dolci, all’occorrenza, si può procedere anche prima.

Lo sapevi che si possono trattare le cicatrici?

Dott. EMILIANO ZANIER

Fisioterapista e osteopata. Specializzato in osteopatia per la vita: il trattamento per la mamma e il neonato.

A presto con i nuovi video di “Eccellenza per il Ben-Essere”.

Articolo precedente
Osteopatia nel post partum: benessere per la madre.
Articolo successivo
Progetto Open Farm: un’eccellenza per il Ben-Essere.
, , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu

Questo sito utilizza i COOKIE.

Confermando l'accettazione dai il consenso all'utilizzo dei cookie in conformità con le nuove disposizioni del Regolamento UE 2016/679 (GDPR), il D.Lgs. n. 196/2003, il D.Lgs 101/2018, nonché qualsiasi altra normativa sulla protezione dei dati personali applicabile in Italia, ivi compresi i provvedimenti del Garante).

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la nostra PRIVACY POLICY

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito Web è obbligatoriamente necessario l'utilizzo dei seguenti cookie tecnici
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi